L’uomo, di un paese in provincia di Udine, chiamava in continuazione il NUE112 non perché avesse problemi sanitari o per segnalare un’emergenza, ma solo per importunare le operatrici con frasi hard e discorsi a sfondo sessuale. Un problema non da poco per le operatrici del Nue 112 alle quali oltre ad essere importunate con frasi scurrili veniva sottratto tempo utile, che avrebbe magari potuto fare la differenza tra la vita e la morte di qualcuno, qualcuno che però sarebbe potuto essere veramente in difficoltà.

L’uomo, credendo di essere irrintracciabile, effettuava le sue moleste chiamate da una cabina telefonica, ma lo stratagemma gli è servito a poco perché i carabinieri sono riusciti a individuarlo lo stesso. Così, a finire nei guai, denunciato a piede libero per interruzione di un servizio pubblico e di un servizio di pubblica necessità, un pensionato di 59 anni di Campoformido. Si tratta, peraltro, di una persona non nuova a questo genere di atteggiamento.

L’uomo è stato colto in flagranza di reato la mattina del 18 aprile, dai militari dell’Arma della stazione di Campoformido. Dalle indagini effettuate dai carabinieri, è emerso che l’uomo avrebbe iniziato ad effettuare queste chiamate già dal 29 Marzo, data nella quale veniva, da pochi giorni, attivato il NUE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign Up for Our Newsletters

Get notified of the best deals on our WordPress themes.

You May Also Like

Catania: Bambino di 2 anni lasciato in macchina dal padre

Succede a Catania, dove un bambino di soli due anni in mattinata…

Scattano foto dell’incidente: la punizione del poliziotto è esemplare

La vicenda, a dir poco vergognosa, si è verificata in Germania qualche…