La centrale del nuovo Numero Unico delle Emergenze (Nue112) è di nuovo in tilt. Era già successa una cosa simile lo scorso 2 maggio ma le misure di emergenza hanno consentito di smistare le chiamate nelle centrali lombarde. Come se non bastasse, i tablet nuovi del 118 non funzionano.

L’ultimo tilt, non dovrebbe però essere dovuto ad un guasto tecnico come quello verificatosi il 2 Maggio scorso. Dovrebbe trattarsi di un sovraccarico delle linee dovuto alle numerosissime chiamate giunte per segnalare una nube maleodorante sul Pordenonese. Visto il sovraccarico, le telefonate sono state deviate alla centrale Brescia.

«La differenza tra Friuli Venezia Giulia e Lombardia consiste nel fatto che loro hanno 10 milioni di abitanti e possono avere 3 centrali operative che si supportano a vicenda. Noi abbiamo 1,2 milioni di abitanti e una centrale sola. È quindi logico fare accordi extraregionali» dice l’assessore regionale alla Protezione civile, Paolo Panontin. “Tra le 19 e le 20 sono state 274 le telefonate abbandonate dopo 4 squilli”, continua Panontin, il quale invita i cittadini ad attendere di parlare con un operatore anziché attaccare.

«Il 112 – evidenzia Panontin – è strutturato per rispondere a una media che normalmente non supera qualche centinaio di telefonate all’ora. Se dovessimo strutturare il servizio per rispondere a 1.000 telefonate all’ora dovremmo più che raddoppiate il personale in servizio e di conseguenza i costi lieviterebbero inutilmente, poiché normalmente sarebbe personale inutilizzato e pagato a vuoto. Il servizio è strutturato in maniera ottimale e non potrebbe essere diverso da quello che è».

Mai problemi non finiscono qui. I nuovi tablet del 118 non funzionano
«Dopo le numerose criticità segnalate dagli operatori del 118 durante il primo mese di utilizzo del nuovo sistema di comunicazione e navigazione, che avrebbe dovuto essere il fulcro del sistema tecnologico di gestione degli interventi tra la Centrale unica per le emergenze di Palmanova e i mezzi di soccorso, il Datcom e geolocalizzazione dei mezzi, veniamo a sapere che “la direzione ha ritenuto di rinunciare temporaneamente ai primi due servizi in attesa di avere a disposizione un sistema che crei un reale valore aggiunto per gli operatori”. A comunicarlo con nota ufficiale è l’Ente per la gestione accentrata dei servizi condivisi, l’Egas, in cui è incardinata la gestione unificata del soccorso sanitario regionale».

A intervenire in merito è il portavoce del Movimento 5 Stelle in consiglio regionale, Andrea Ussai: «Nei mesi scorsi avevamo già denunciato le continue criticità di un sistema privo di mezzi adeguati che la giunta Serracchiani aveva voluto far partire in tutta fretta. Disservizi tutti reali e documentati – dice Ussai -. Nonostante questo ci siamo sentiti dire dall’assessore Telesca che le nostre erano solo strumentalizzazioni. Quali sono i fatti concreti? Che ora i tablet vengono ritirati. Si torna pertanto al metodo precedente che si basa sull’utilizzo della radio per fornire le informazioni sui luoghi da raggiungere, sulla posizione dei diversi mezzi di soccorso e sul tipo di intervento da effettuare».

Per l’Italia e per le regioni coperte dal 112, l’idea era quella di utilizzare i Tablet in questa maniera, seguendo il sistema della Regione Puglia (la quale però utilizza il 118).

Il video, è stato realizzato per mostrare il sistema SPD (Scheda Paziente Digitale) che consente all’equipaggio di dialogare con la centrale, ricevendo e trasmettendo costantemente dati relativi alla posizione del mezzo e le condizioni del paziente. Il sistema dei tablet, è già utilizzato in alcune regioni e vede da anni un ampio utilizzo negli USA, modello che sembrerebbe l’Italia stia seguendo, vista l’efficienza dimostrata nell’oltreoceano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign Up for Our Newsletters

Get notified of the best deals on our WordPress themes.

You May Also Like

Catania: Bambino di 2 anni lasciato in macchina dal padre

Succede a Catania, dove un bambino di soli due anni in mattinata…

2 Giugno: la sfilata della Croce Rossa Italiana

In occasione del 73° anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana a Roma, lungo…

Pescara: bus si schianta contro un albero, 17enne in condizioni critiche

L’incidente, verificatosi il 18 Settembre a Caprara di Spoltore, ha visto come…