È di pochi giorni fa la notizia che riporta la pubblicazione di un bando sulla Gazzetta ufficiale europea di 93 milioni di euro per l’affidamento del servizio di elisoccorso in Sardegna per otto anni. Le imprese interessate potranno presentare le offerte entro le 12.30 del 22 agosto prossimo. La ATS, unica ASL regionale, conta di terminare le procedure entro l’autunno.

La gara, da quanto si apprende, prevede che il servizio venga effettuato su tre basi: Cagliari Elmas, Alghero Fertilia (attive per 12 ore) e Olbia Costa Smeralda, attiva sulle 24 ore. Nella mappa sottostante, le basi sono evidenziate in rosso.

La Asl unica con la Asst di Olbia, i due enti che stanno seguendo la procedura, potranno modificare la logistica, trasferendo una o più basi operative a secondo delle necessità o estendendo il servizio. L’eventuale riposizionamento egli elicotteri potrà essere disposto solo dall’Areus (azienda unica emergenza urgenza sarda), per la quale deve essere ancora nominato il direttore generale.

I tre elicotteri dovranno essere “tecnicamente attrezzati” e il personale di volo e tecnico “dotato di adeguata competenza ed esperienza”, mentre il personale medico e infermieristico sarà messo a disposizione dal servizio sanitario isolano, come anche i dispositivi elettromedicali e biomedicali, farmaci e dispositivi medici necessari per l’espletamento del servizio. A carico dell’aggiudicatario anche la manutenzione e l’eventuale sostituzione dei velivoli, la fornitura del carburante, del materiale di consumo, degli equipaggiamenti del personale di volo (uniformi, imbracature ecc.ecc) e di quello sanitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign Up for Our Newsletters

Get notified of the best deals on our WordPress themes.

You May Also Like

Catania: Bambino di 2 anni lasciato in macchina dal padre

Succede a Catania, dove un bambino di soli due anni in mattinata…

Scattano foto dell’incidente: la punizione del poliziotto è esemplare

La vicenda, a dir poco vergognosa, si è verificata in Germania qualche…