Si chiama EVAM ed è senza dubbio un sistema di particolare interesse, specialmente per il nostro paese dove (gli autisti ed i soccorritori di ogni tipologia potranno confermare) non si è propriamente diffuso un protocollo di sgombero delle strade in caso di emergenza. Negli incidenti stradali, infatti, capita di dover passare per strade altamente congestionate dove le macchine in alcuni casi si spostano ed in altri rimangono totalmente ferme perchè gli autisti, magari distratti dalla radio o da una chiamata con i loro contatti, non sentono le sirene.  In altri paesi, il problema si risolve “da solo” perchè in caso di traffico, ad esempio in Germania, le Auto si spostano sui lati delle carreggiate, lasciando al centro un vero e proprio corridoio di emergenza. Vediamo insieme come funziona.

 

Germania – Intervento dei Vigili del Fuoco su incidente stradale

 

Italia – Intervento di un’ambulanza su incidente stradale

In Svezia, arriva un progetto firmato da alcuni giovani e intraprendenti studenti. Si tratta di un nuovo strumento che promette di rendere le strade più sicure e aiutare a salvare delle vite: in sperimentazione attualmente sulle ambulanze di Stoccolma, il dispositivo è in grado di bloccare le autoradio che trasmettono musica ad alto volume – e dunque impediscono di sentire la sirena – sostituendola con un messaggio che informa del veicolo di emergenza in avvicinamento.  Il sistema, conosciuto come EVAM, messo a punto dagli studenti del KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma, prevede una trasmissione radio da parte del mezzo di emergenza sulle frequenze FM vicine. Inoltre, qualora il veicolo fosse dotato del sistema RDS (Radio Data System, lo stesso che ci consente -ad esempio- di leggere il nome della radio o il numero di telefono da chiamare) EVAM permette la comparsa  di un messaggio di testo sul display della radio.  Di seguito, un breve video dimostrativo che spiega perfettamente il funzionamento di tale sistema.

 

 

 

Il segnale arriva, o meglio, irrompe, ad autoradio accesa, interrompendo cd, radio o musica da bluetooth con una voce che annuncia il sopraggiungere dell’ambulanza, prevedendo in anticipo quanto tempo prima l’automobilista deve ascoltare l’avviso a seconda del traffico, dandogli dunque il tempo necessario a spostarsi senza che l’ambulanza rallenti. Il che significa che i tempi saranno diversi a seconda che ci si trovi nel traffico cittadino, in autostrada o su strade a scorrimento veloce e dipenderà anche dalla velocità del veicolo. Il progetto, hanno spiegato i suoi creatori, nasce dopo avere notato l’aumento degli incidenti che coinvolgono ambulanze e automobilisti che non hanno sentito la sirena a causa della musica troppo alta che invade l’abitacolo: il tempo necessario alla reazione, di solito, è di 10-15 secondi, mentre sempre più spesso capita che gli automobilisti si rendano conto della presenza dei mezzi di emergenza soltanto un paio di secondi prima di vederli e ne vengano colti di sorpresa, proprio per colpa dell’isolamento acustico.

 

Il Dispositivo, il cui utilizzo è rivolto a tutti i mezzi di soccorso, è attualmente in sperimentazione sulle ambulanze di Stoccolma. Qualora il periodo di tre mesi dovesse essere superato con successo, EVAM verrà installato su tutte le ambulanze della Svezia, per poi passare agli altri mezzi di soccorso e, infine, commercializzato. Speriamo di vedere EVAM presto anche in Italia!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign Up for Our Newsletters

Get notified of the best deals on our WordPress themes.

You May Also Like

Spencer crea BOB: il primo (super) pianale traslabile per Ambulanze

Una delle ultime ed innovative novità della SPENCER, eccellenza nell’ambito della produzione…

118 e Waze, AREU ha uno strumento in più contro il traffico

Waze, noto navigatore per smartphone e tablet, ha appena lanciato un progetto…

Il Boeing 747 400 SuperTanker

Per contrastare incendi di dimensioni eccezionali come quelli che in questi giorni…