Una valanga è caduta in Val Venosta, Trentino Alto Adige, travolgendo alcuni sciatori. I soccorritori sono riusciti ad estrarre vivi da sotto la neve prima una donna tedesca di 45 anni e poi sua figlia di undici. Le loro condizioni, apparse sin da subito gravi, non le hanno lasciato speranze. Nonostante i tentativi di rianimarle e la corsa in ospedale, le due, sono decedute.

Un elicottero decollato da Trento e dotato di visori notturni è riuscito ad atterrare sul posto, ha imbarcato i feriti e li ha trasportati in ospedale ma l’operazione è stata resa difficile dal forte vento e dalle condizioni di scarsissima visibilità. La comitiva di nove persone, di nazionalità tedesca, è stata sorpresa dalla valanga durante un percorso fuoripista: cinque persone non sono state toccate dalla slavina, due sono rimaste intrappolate ma per poco tempo e sono state estratte dalla neve dai soccorritori illese.

La donna è stata trovata sotto un metro di neve direttamente sopra la bambina, come se fino all’ultimo la volesse proteggere. La slavina si è staccata a 2.600 metri di quota e aveva un fronte di 100-150 metri. Il gruppo di scialpinisti tedeschi, che si trovava molto più in basso a 2.100 metri in una zona piuttosto sicura del pendio, ha osservato il distacco e tutti, tranne appunto la madre e la ragazzina, sono riusciti a mettersi in salvo. Per domani, appena le condizioni meteorologiche lo permetteranno, sarà effettuato un sopralluogo, ma il vento e la neve probabilmente avranno cancellato molti elementi utili per stabilire la causa della valanga ed eventuali responsabilità. Il rischio valanghe ieri era marcato (grado 3 di 5), oggi lungo la cresta di confine addirittura forte (grado 4).

(Fonti, Ansa.it e Today.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign Up for Our Newsletters

Get notified of the best deals on our WordPress themes.

You May Also Like

CNSAS diffonde il rapporto sui soccorsi del 2018: dati in aumento

9.554 missioni di soccorso nel 2018. Mai così tante, nella storia del…

Val D’Ultimo, uomo del CNSAS muore durante esercitazione

Una notizia tremenda quella che apprendiamo. E’ successo ieri, poco dopo l’ora…

Scivolano per 300 metri sul Terminillo: feriti due escursionisti

Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) del Lazio è intervenuto…