Pigliaru: “Avere per la prima volta nella storia di questa Regione un servizio di elisoccorso dedicato significa toccare con mano i primi risultati del sistema sanitario a rete che sapevamo essere l’unico possibile e sul quale abbiamo puntato tanto. Stiamo realizzando una sanità ragionevole in cui si supera la demagogia delle ‘eccellenze ovunque’ per creare un modello che permetta a tutti i cittadini ‘eccellenze raggiungibili’”.

Anche la Sardegna avrà un servizio di elisoccorso medico dedicato. Il nuovo servizio, che sarà operativo entro l’estate, sarà garantito dalla Airgreen srl che si è aggiudicata la gara bandita dalla Ats/Assl di Olbia: il contratto con la società è per un importo totale di quasi 58 milioni e mezzo (con un ribasso d’asta del 12,4%), 8 milioni e 315 mila euro annui.
Le basi saranno quelle di Cagliari-Elmas, Olbia e Alghero- Fertilia. 

Di seguito, la mappa con la possibile ubicazione delle basi di elisoccorso:

Base Cagliari-Elmas

Base di Alghero-Fertilia

Base di Olbia, attiva h24

 

Il nuovo servizio, ha spiegato il direttore generale dell’assessorato alla Sanità Giuseppe Sechi sarà “organizzato su tre basi già esistenti e non da costruire ex novo”.
“Finalmente – ha rimarcato il manager dell’Ats, Fulvio Moirano, – possiamo dire con soddisfazione che i cittadini sardi avranno a disposizione un fondamentale servizio di altissima qualità e che, grazie ad un ribasso di oltre il 12%, si è ottenuto complessivamente un risparmio di circa 10 milioni rispetto alla base d’asta. Non solo, dai calcoli dei nostri tecnici, l’esito della bando ci conforta anche in considerazione della spesa del servizio per ora di volo che si attesta come tra i più bassi su tutto il territorio nazionale.

Intanto si programma la formazione degli operatori che lavoreranno al servizio di emergenza:”Abbiamo avuto 185 domande per lavorare nella nuova azienda: la maggior parte presentate da medici”, ha detto direttore generale dell’Areus, Giorgio Lenzotti. 

Dopo anni in cui la gestione è stata in carico a Forze Armate e Vigili del Fuoco, Cagliari, Alghero e Olbia avranno un servizio di eliambulanza collegato direttamente con il servizio sanitario. Cagliari e Alghero avranno un servizio diurno, mentre Olbia partirà già con un’abilitazione H24. Airgreen (la società che ha vinto il ricorso presentato nei giorni scorsi) dovrebbe impiegare per il servizio un elicottero AW169 per l’area gallurese, mentre sulle due basi  orientali e meridionali sono previsti elicotteri della Airbus, probabilmente i nuovi H145T2 di ultima generazione. Il servizio, in assenza di ritardi e problematiche, avrà inizio dal 1 Luglio 2018

Una foto del nuovissimo H145T2 operativo in Lombardia, presso la base di Bergamo
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign Up for Our Newsletters

Get notified of the best deals on our WordPress themes.

You May Also Like

Cagliari: soccorso 118-Aeronautica Militare [VIDEO]

Nella mattinata di giovedì 30 maggio, un elicottero HH-212 dell’80° Centro C.S.A.R.…

Scattano foto dell’incidente: la punizione del poliziotto è esemplare

La vicenda, a dir poco vergognosa, si è verificata in Germania qualche…