E’ ormai da giorni che questo terribile incendio sta tormentando la regione di Malibù, in California. Sarebbero almeno 9 fino ad ora le vittime accertate dalle autorità locali nel corso dello spegnimento delle fiamme e della ricerca dei dispersi. I corpi, sono stati prevalentemente rinvenuti all’interno di alcune auto che sono state inghiottite dall’incendio durante i disperati tentativi di fuga dei loro proprietari.

Sono più di 2.200 i pompieri impegnati a combattere le fiamme in California. Anche la Guardia Nazionale dello stato sta scendendo in campo, con l’invio di circa 100 truppe. Paradise, cittadina californiana con 27.000 abitanti, è stata quasi interamente distrutta, non rimangono in piedi case, edifici pubblici, edifici religiosi, nulla. Per precauzione, sono state al momento evacuate dalle autorità oltre 157 mila persone residenti nei territori circostanti. L’incendio, come affermano i media locali, è del tutto imprevedibile vista la sua entità e visto il repentino cambio delle raffiche ventose. In queste ore, è protagonista dello spegnimento anche il Boeing 747 400 Supertanker, prodigio di tecnologia ed ingegneria, capace di scaricare 75 tonnellate di liquido antincendio nebulizzato in pochi secondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign Up for Our Newsletters

Get notified of the best deals on our WordPress themes.

You May Also Like

Scattano foto dell’incidente: la punizione del poliziotto è esemplare

La vicenda, a dir poco vergognosa, si è verificata in Germania qualche…